Determina dirigenziale

Tenuto conto

della contingente necessità di tutelare il predominante interesse pubblico a contenere e contrastare il fenomeno di diffusione del virus Covid–19, della necessità di limitare al massimo gli spostamenti delle persone dalla propria abitazione

Considerato

  • che il decreto-legge prevede che sino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 ovvero sino ad una data antecedente stabilita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, il lavoro agile è la modalità ordinaria di svolgimento della
    prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni di cui all’art.1 comma 2 del dlgs 165/2001
  • che, conseguentemente, le PA limitano la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibile che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro
  • che le PA prescindono dagli accordi individuali e dagli obblighi informativi previsti dagli articoli da 18 a 23 della legge 81/2017

Il Dirigente Scolastico determina

di adottare il piano delle Attività proposto dal Direttore dei servizi amministrativi e generali

Modalità di funzionamento
Il regolare funzionamento degli uffici dell’istituzione scolastica è garantito, prevalentemente ed in via ordinaria, mediante il ricorso ad attività telematiche e procedure di lavoro agile, sino alla data di cessazione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 o diversa data stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
La prestazione lavorativa in lavoro agile può essere svolta anche attraverso strumenti informatici nella disponibilità del personale. In tal caso non trova applicazione l’articolo 18 comma 2 della legge 81/2017.
La presenza del personale negli edifici scolastici sarà limitata esclusivamente alle attività che sono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro.

Individuazione della tipologia di attività

Occorre considerare che

  • il Ministero dell’Istruzione ha disposto, in via eccezionale, la dilazione di 60 giorni dei termini di cui all’art. 23 commi 1, 2, 3, 4 e 5 del Decreto Interministeriale 28 agosto 2018, n. 129,
  • non sono programmati in questo periodo né scrutini né esami, considerato il periodo interessato dalla sospensione delle attività didattiche e visto il piano annuale delle attività per l’a.s. 2019/20
  • non è necessaria la vigilanza sui minori a causa della sospensione delle attività didattiche
  • l’interruzione del funzionamento dei laboratori scolastici non comporta danni alle persone o alle apparecchiature stesse e gli impianti in dotazione in questo Istituto non richiedono la continuità di
    funzionamento anche dopo il termine del servizio scolastico
  • non vi sono nella scuola attività riguardanti la conduzione dei servizi nelle aziende agrarie per quanto attiene alla cura e all’allevamento del bestiame
  • non sono in programma nella scuola la raccolta, l’allontanamento e lo smaltimento dei rifiuti tossici, nocivi e radioattivi
  • le attività dirette e strumentali per gli adempimenti necessari per assicurare il pagamento degli stipendi e delle pensioni sono svolte in lavoro agile
  • non sono attivi servizi di cucina, di mensa, di vigilanza sugli allievi anche nelle ore notturne
  • sono stati completati i servizi di pulizia degli ambienti scolastici ed è stata garantita la
  • salvaguardia dei materiali deperibili
  • altre attività da svolgere necessariamente in presenza, risultano attualmente procrastinabili sino al termine dell’emergenza epidemiologica,

Pertanto, le attività del personale ATA sono ordinariamente assicurate mediante il ricorso al lavoro agile.

Per le eventuali necessità urgenti e non rinviabili come individuate o che dovessero subentrare e cherichiedono necessariamente attività in presenza del personale ATA, sono determinati contingentiminimi e turnazioni come di seguito indicato

Rimangono comunque garantite le eventuali necessità urgenti e non rinviabili che dovessero subentrare e che dovessero richiedere necessariamente attività in presenza.

Sul sito web dell’istituzione scolastica vengono reso noti i numeri di telefono e gli indirizzi e-mail attraverso i quali l’utenza potrà richiedere informazioni ed inoltrare istanze.

Numeri di telefono di riferimento : 049/700660 e 049/701477

A tal proposito si indica l’indirizzo e-mail di riferimento PDIC846003@istruzione.it

Il ricevimento dell’utenza sarà assicurato in presenza e previo appuntamento, in caso di indifferibili necessità, non risolvibili in modalità di lavoro agile.

Organizzazione del servizio

Alla luce del piano delle attività proposto dal DSGA (prot. 1629/A03B del 20/03/2020) ed adottato dal Dirigente Scolastico, le prestazioni lavorative sono così riorganizzate in prosecuzione dal 14/04/2020:

DSGA – la prestazione lavorativa avverrà in smart working. Sarà garantita, su indicazione del dirigente scolastico, la presenza negli orari lavorativi, in caso di indifferibili necessità, non risolvibili da remoto
Personale Assistente Amministrativo:
Svolgimento dell’attività lavorativa in smart working secondo il piano delle attività.
Per l’attività in presenza, esclusivamente in caso di indifferibili necessità, è previsto un contingente minimo costituito da n. 2 unità di personale al giorno. Il personale del contingente minimo garantirà, la presenza secondo la seguente turnazione (vedi più sotto)
Collaboratori scolastici:
completata la pulizia dei locali scolastici, garantita la salvaguardia dei materiali deperibili, viene costituito un contingente minimo costituito da n. 2 unità di personale. Il personale del contingente minimo assicurerà la presenza nei locali scolastici della Presidenza/Segreteria di Via Conche 1 e
l’eventuale apertura dei plessi per eventuali attività indifferibili, secondo la seguente turnazione… [vedi documento allegato al presente articolo]

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Area privata